Il Tè ha una storia millenaria: la Cina è stata il primo paese al mondo dove si è iniziato, oltre 2000 anni fa, a coltivarne la pianta e a lavorarne le foglie, sviluppando e perfezionando in seguito le diverse tecniche di preparazione e cerimonie per servirlo.

Con il passare dei secoli, la coltivazione e la lavorazione delle foglie di questa pianta si sono diffusi anche ad altri paesi e continenti: Giappone e Taiwan, India e Sry Lanka, Kenya e Malawi, Iran e Turchia, Argentina e Bolivia.

I Tè sono classificati in sei grandi famiglie in base alla colorazione delle foglie e/o del liquore, quale conseguenza dei diversi trattamenti che le foglie subiscono.

Tè verdi, Tè bianchi, Tè gialli, Tè Oolong, Tè neri (rossi per i cinesi), Tè fermentati

te-verde
te-bianco
te-giallo
TeOolong
te-nero
te-fermentati
rilavorati
Rooibos2
tisane

Dopo la raccolta delle foglie, in base alla tipologia che si desidera ottenere, ogni giardino opera una serie di trattamenti che sono fondamentali per il raggiungimento di alti standard qualitativi:

appassimento, ossidazione, essiccazione e fermentazione